Sicurezza interna dell unione europea pdf

Le questioni di sicurezza e meritevoli di ruolo nel settore sono principalmente legate alla protezione dell'ambiente naturale. Proviamo a mostrare come l'UE ha normalizzato le normative relative alla sicurezza industriale caso per caso - & nbsp; studi di casi atex.

A causa del fatto che un ampio gruppo di macchine e ancora utensili viene dato per svolgere attività nelle miniere di carbone, in cui può verificarsi il rischio di esplosione di metano e polvere di carbone, l'atto in questione discute la direttiva 94/9 / CE, che sale all'ultimo minacce.

Nel marzo 1994, il Parlamento europeo e il Consiglio hanno adottato il cosiddetto una nuova soluzione 94/9 / CE sulla questione della normalizzazione delle leggi diritto degli Stati membri relative agli apparecchi e sistemi di protezione, che sono dati di trarre profitto in atmosfere potenzialmente esplosive, che è conosciuta come la direttiva ATEX. & nbsp; & nbsp; In attuazione delle disposizioni dell'articolo 100 del Trattato di Roma, la fine di base del l'informazione è quella di garantire un flusso regolare di merci che garantisca un elevato livello di protezione contro le esplosioni. Tuttavia, queste informazioni non è stato un passo fondamentale in materia di armonizzazione della protezione contro le esplosioni nel Accord europea. Per circa venti anni tutti avrebbero dovuto adattarsi a diversi principi del cosiddetto il vecchio approccio al libero scambio di merci coperto dalla direttiva ATEX.

La direttiva 94/9 / CE è stata recepita dal 1 ° luglio 2003, in sostituzione della vecchia direttiva 76/117 / CEE e 79/192 / CEE, relativa alle apparecchiature elettriche destinate ad essere utilizzate in aree a rischio di esplosione superficie e direttiva 82/130 / CEE, che parla di dispositivi elettrici destinati ad essere utilizzati in atmosfere potenzialmente esplosive nelle miniere di gas. Le procedure per la valutazione del consenso sulla vecchia piattaforma di approccio erano collegate solo agli strumenti elettrici necessari per soddisfare tutti i requisiti di sicurezza chiaramente definiti. Studi hanno dimostrato che i dispositivi elettrici sono una fonte di accensione solo in alcuni casi. A contatto con questo, solo la natura elettrica contrassegnata nei principi del vecchio approccio alle minacce è insufficiente per raggiungere un livello elevato di protezione, che è applicato dal regolamento 100a del trattato di Roma.